Ciao sono Enzo Giordano, benvenuto!


Sono nato "commerciale" all'età di 18 anni ho aperto il mio primo negozio di ceramica a Vietri sul Mare, mi è servito per passare da una fase adolescenziale di timidezza ad una adulta nella quale il rapporto che si instaura con le persone è la parte che mi ha sempre incuriosito. La soddisfazione del cliente è stata da sempre la mia priorità  

Contemporaneamente frequentavo l'Università e tra i vari esami ne avevo uno che preferivo su tutti: "Marketing"

L'esame consisteva nella realizzazione di un business plan per il lancio di una nuova una birra in collaborazione con la Philip Morris. L'esame andò benissimo, anzi dirò di più fui scelto come progetto pilota e questo accese in me una vera passione verso questa materia che dura ancora oggi

All'età di 23 anni una idea folgorante: "visto che sono bravo nel realizzare questi progetti, perchè non ne faccio uno ex novo e me lo finanzio con l'aiuto dello stato?"

Tre anni dopo e dopo varie vicissitudini inauguro la Industria Cotto Salernitano, infatti ero riuscito da solo a creare un business plan con un investimento di 3 miliardi di lire che mi era stato pure finanziato, io naturalmente mi occupavo della parte commerciale e vendita 

Questo strepitoso traguardo però aveva una falla, una mina vagante, infatti per la costituzione della società avevo bisogno di un socio di capitale forte che mi sostenesse a livello bancario

Lo stesso socio che dopo tre anni di attività mi fece fuori richiedendo tramite notaio un aumento di capitale che io naturalmente non potevo versare, la mia azienda volò via in un pomeriggio e fui costretto a cedere le quote

Riparto da zero, infatti testardo, dopo qualche mese inizio una nuova iniziativa come rappresentante proponendo impianti fotovoltaici, era un periodo in cui andavano alla grande ed io ero bravo, ma i guadagni erano miseri e si paventava l'eliminazione (poi successa) degli incentivi statali

Nella stessa estate mi chiama un amico che ha uno stabilimento balneare e conoscendo la mia situazione economica scarsa per aiutarmi mi propone di fare il bagnino per una estate, accetto, mi serviva troppo quel lavoro

Stavo davvero per gettare la spugna in quel periodo così duro per me e la mia famiglia, ma dietro l'angolo c'era il colpo di fortuna: mi trovo a proporre un impianto fotovoltaico ad una delle più grandi aziende di infissi della Campania e miracolo entro un paio di giorni firmo un contratto da circa 60.000 Euro, ma non solo il Direttore aziendale mi dice che parlerà di me alla proprietà perchè per il loro reparto commerciale avevano proprio bisogno di una persona come me

Intanto parto per il mare e faccio il mio lavoro estivo, cercando sempre di dare il massimo, tanto che i proprietari dello stabilimento balneare mi propongono di rimanere anche per l'anno successivo, ma io mio malgrado non potevo accettare in quanto il 20 Agosto di quell'anno mi era stata recapitata una lettera dove nero su bianco c'era scritto che mi proponevano di diventare responsabile commerciale dell'azienda di infissi. Immagina la festa in casa

Il primo settembre pieno di entusiasmo mi reco in sede aziendale e con mio grande stupore mi rendo conto di non essere il solo, circa altre trenta persone erano lì per fare il mio stesso colloquio

Dopo un temporaneo momento di comprensibile smarrimento guardando meglio mi rendo conto che tanti candidati erano alle prime armi, quello che io avevo di diverso era tanta esperienza sul campo (ne avevo passate di cotte e di crude!) e tanti studi di marketing alle spalle che non avevo mai abbandonato, decido di vendere la solo cosa che avevo: me stesso. Vengo scelto sui trenta!

Nei 7 anni che seguono mi appassiono al settore e lo faccio mio facendo tanta esperienza sul campo nel mondo dei serramenti, anche se in realtà non tutte le esperienze erano state positive, dopo un po infatti mi accorgo anche che l'azienda "mi tarpava le ali", cioè mi faceva crescere solo fino ad un certo punto oltre il quale quasi si sentivano invasi nelle loro scelte imprenditoriali

In 7 anni la direzione non ha mai accettato una mia proposta di miglioramento soprattutto per quanto riguarda il marketing. Li ringrazierò sempre però per l'opportunità, per avermi fatto amare un settore che era per me nuovo e per avermi dato le competenze tecnico commerciali per gestire una commessa, ma io avevo voglia di crescere e sperimentare cose nuove, io volevo essere di nuovo padrone di me stesso e delle mie scelte, volevo davvero riuscire

Ad una fiera di settore a Milano mi ritrovo faccia a faccia con il direttore generale di una delle più grandi aziende di infissi in PVC a livello europeo e dopo un paio di cene insieme mi propone di diventare loro rappresentante per l'area Lazio, un deciso passo in avanti a livello economico e di scelta professionale, accetto

Dopo ulteriori 8 anni di chilometri su chilometri e dopo aver costruito una rete commerciale di tutto rispetto ancora oggi produttiva e lasciata in eredità, come mio solito decido finalmente di realizzare di nuovo qualcosa di mio, la mia azienda:

Salerno Infissi

e di rimettermi in gioco in prima persona, applicando tutto ciò che avevo imparato, proponendomi sul mercato non come la classica azienda di serramenti a "catalogo" ma come punto di riferimento per i clienti che non sono alla ricerca del prezzo più basso quanto piuttosto di una consulenza tecnico/commerciale a 360 gradi

Benvenuto nella mia azienda.